Ads 468x60px

sabato 27 luglio 2013

La Storia dei Funghi Magici

Funghi Magici
L'utilizzo dei funghi magici potrebbe essere vecchio quanto l'umanità stessa! Ci sono diverse teorie sui funghi magici (anche noti come funghi allucinogeni, funghi psichedelici o funghi psilocibe) e l'inizio del loro utilizzo. Ma la verità è che nessuno sa per certo quando gli esseri umani hanno iniziato a mangiare i funghi psilocibe e a viaggiare in altri mondi o dimensioni. Il periodo più antico al quale può risalire l'utilizzo di funghi psichedelici, è quello delle tribù Inca e Maya.

Possiamo essere abbastanza sicuri comunque che i funghi erano utilizzati anche da altre persone in tutto il mondo, perché i funghi psilocibe si possono trovare in quasi tutte le regioni del mondo. I luoghi migliori sono Africa, poiché i primi esseri umani da cui discendiamo provenivano da lì, Europa e Asia.

Tradizionalmente i funghi magici venivano usati principalmente in America e in alcune regioni dell'Asia. In Europa il loro uso deve essere stato interrotto centinaia o migliaia di anni fa. Ma è ritornato nel XX secolo, attraverso le generazioni hippy, la cultura pop e al giorno d’oggi anche attraverso la cultura trance psichedelica e Goa.

L'uso di funghi psichedelici durante gli Inca e i Maya

Per che cosa esattamente abbiano usato i funghi tutt’ora non è chiaro. Alcuni scienziati ancora cercano di saperne di più sulla storia dei funghi magico leggendo i loro documenti, e le incisioni sulle pietre. Quello che si sa attualmente sui funghi allucinogeni, è che erano usati nelle cerimonie di guarigione, spirituali e religiose delle tribù Maya e Inca. Ovviamente non erano le uniche medicine utilizzate a quei tempi, così al giorno d’oggi ancora non sappiamo per quali ferite, malattie o infezioni potrebbero essere stati usati. Può essere che i funghi magici erano utilizzati anche per entrare in contatto con l'aldilà, durante le cerimonie spirituali. Come un modo per sentire le voci dei loro dèi durante i rituali religiosi. Alcuni studiosi credono che i metodi curativi fossero molto avanzati, così da usare i funghi allucinogeni per curare malattie mentali. Lo sviluppo della cultura Inca conta ancora all'età della pietra, perché costruivano tutto utilizzando la pietra. Non importa per che cosa, se per costruzioni, armi o per scrivere la storia per le generazioni future. In realtà quello che noi intendiamo come età della pietra, non e adatto al livello delle loro conoscenze, visto la loro conoscenza vasta delle stelle, dell’agricoltura, delle arti marziali, dei sistemi di irrigazione, e di molto altro ancora.

Così infatti è molto probabile che i funghi psilocibe venissero usati per curare i disturbi mentali. Pochi anni fa, la nostra medicina moderna riprese l’uso di questi funghi psichedelici. Semplicemente visto che un recente studio aveva dimostrato una grande influenza positiva su persone depresse e gli effetti positivi non svanivano rapidamente, né il paziente doveva sostenere svariate sedute, ma un solo consumo di funghi magici in una situazione ideale poteva aiutare a superare la depressione fino a un periodo di 6 mesi.

Di sicuro gli Inca non sono conosciuti come una civiltà pacifica. Infatti è noto a tutti che sacrificavano persone nei loro riti religiosi per rendere gli dèi misericordiosi nei loro confronti, per esempio, per ottenere periodi di pioggia e di sole importanti per le piante per ottenere ottime scorte di cibo e viveri.

Teorie dell'uso dei funghi allucinogeni prima della cronistoria

Dato che la documentazione era molto scarsa e difficile nei tempi antichi, le più importanti informazioni e conoscenze di quei tempi sono stato ritrovato come arte nella pittura delle grotte, o come incisioni sulla pietra o messe insieme attraverso elementi trovati in quei tempi. Anche la lingua non esisteva ancora, quindi è molto difficile leggere qualsiasi testimonianza o documentazione, perché ogni lettera o simbolo della scrittura deve essere tradotto. Alcuni dicono che il fungo psilocibe può essere rintracciato attraverso la diffusione della Psilocybe Cubensis. È il fungo psichedelico più diffuso al mondo. Naturalmente si può sempre trovare un fungo psilocibe locale, ma in ogni clima tropicale e sub-tropicale troverete inoltre almeno una delle molte varianti di Psilocybe Cubensis.

Ma sembrano avere tutti una singola origine africana e si sono diffusi insieme con l’espansione umana. Così si potrebbe pensare che sono stati trasportati come fungo psichedelico già da allora, ma è molto più probabile che siano stati trasportato direttamente tramite gli animali che l’uomo ha portato con se per l’allevamento. Le mucche mangiano l'erba e tutto quello che cresce tra i fili d'erba. Sicuramente qualche mucca si sarà mangiata anche qualche Psilocybe Cubensis. Poi alcune spore potrebbero essere sopravvissute alla digestione e rimesse fuori con lo sterco. Così il fungo è stato trasportato dall’Africa, sino in Asia, America e in alcune parti d’Europa.

Quindi il fatto che il tipo di funghi magici quale la Psilocybe Cubensis sia la prova per l'utilizzo dei funghi allucinogeni in generale non è del tutto vero. Un altro fatto che si deve tenere a mente è  che i funghi possono essere stati diffusi durante il periodo di colonizzazione dei continenti, creando una grande differenza tra le varie specie di funghi. Per la maggior parte di queste varietà di funghi di Psilocybe Cubensis ci devono essere voluti migliaia di anni di evoluzione per diventare così diversi dai loro antenati africani.

funghi allucinogeni - funghi psilocibe
Terrence McKenna è stato uno tra gli scienziati piu noti dell’epoca hippy, molti lo rispettavano, ma altri sostengono che sia stato anche un pazzo. Ebbene sì, il ceppo Psilocybe Cubensis McKenna è in suo onore, per mostrargli rispetto e per non dimenticarci mai di lui. Aveva persino una teoria molto strana. Secondo McKenna tutti gli esseri umani sono al giorno d’oggi una forma di vita intelligente solamente a causa dei funghi allucinogeni. L'uomo, in principio, era solo un’animale appartenente alla specie delle scimmie, un animale non molto intelligente che mai era in grado di mandare un razzo sulla Luna. Non importa quanti milioni di anni di evoluzione abbiano ora le scimmie, per esempio, sono sempre animali poco intelligenti. A volte questi animali simili alle scimmie si sono imbattuti nei funghi psilocibe e li hanno mangiati. Attraverso i loro effetti, hanno continuato a mangiarli e a farli mangiare a i loro simili. Attraverso lunghi anni in cui mangiava i funghi psichedelici, l'umanità ha guadagnato un’eccezionale accelerata evolutiva. Poiché i funghi magici sono spesso descritti come "apritori della mante" tra altre droghe come l’ LSD e la mescalina, sembra logico che un'influenza permanente di tali sostanze potrebbe portare lentamente ad uno sviluppo ulteriore del cervello. Ma di questa teoria non è stata trovata nessuna prova scientifica, e senza alcun dubbio, non se ne troverà mai una.

I primi usi dei Funghi Magici in Europa

Non possimao dire se gli europei cominciarono ad utilizzare i funghi magici nello stesso periodo delle tribù indiane in America, ma qua c'era anche una forte richiesta di funghi magici. Quando i Vichinghi hanno iniziato ad espandersi in Europa, preparavano una bevanda alcolica chiamata "Met". La maggior parte di voi sapranno già di cosa si tratta, ma nella maggior parte dei casi gli ingredienti sono adatti solo ad inserirsi correttamente nelle regolamentazioni attorno al cibo normale. Al tempo dei Vichinghi era un mix incredibile di tutto ciò che poteva potenziare gli effetti dell'alcohol.

Il “Met” conteneva nella maggiorparte dei casi di più che alcool solamente, come il giusquiamo, l’amanita muscaria e i funghi psilocibe. Naturalmente nel clima freddo dell'Europa dove la Psilocybe Cubensis non si poteva trovare e quindi utilizzare, venivano usato altri funghi allucinogeni locali. Per esempio c'è la Psilocybe Semilanceata, nota anche come "Liberty Caps".

I Funghi Psilocibe in tempi più recenti

L'ultimo grande utilizzo culturale di funghi psichedelici risale alle tribù indiane che vivevano in America prima che gli europei la conquistassero. Così la terra è stata comprata, e molto si riversò sull’alcolismo dato che l’ "acqua del fuoco" era totalmente nuova per loro e le antiche tradizioni vennero poi spesso dimenticate. Ma poiché questi riti esistono ancora, le notizie riguardo i funghi allucinogeni sono abbastanza complete anche al giorno d’oggi. Nella maggior parte dei casi i funghi venivano e vengono tutt’ora usati nelle cerimonie religiose, e una gran parte dei nativi d’America li utilizza per parlare con le persone nell'aldilà, come gli avi, o per ottenere supporto dai loro spiriti e divinità.

I Funghi Psilocibe meglio conosciuti come "Funghi Magici" oggi

Quando la civiltà moderna ha iniziato la sua ricerca sulla mescalina nel XX secolo, i farmaci psichedelicierano un argomento importante per tutti i media, proprio perché la gente aveva difficoltà ad immaginare i loro effetti. Quando l’LSD ha iniziato la sua ascesa e infine formò un'intera generazione, la diffusione di altre sostanze psichedeliche come i funghi allucinogeni è cresciuta con esso. La gente ha iniziato ad interessarsi a più di una sola sostanza psichedelica, perché ognuna ha i suoi aspetti unici e i suoi effetti psichedelici.
Sino ai giorni nostri l'uso dei funghi allucinogeni non è sparito ma ancora oggi rimane e viene usato come droga ricreativa.

Nessun commento :

Posta un commento